diredonna network
logo
Stai leggendo: Autoerotismo e masturbazione femminile: i consigli dell’esperta

"Non raggiungo l'orgasmo con il mio compagno, ma se mi masturbo sì"

Perché gli uomini con i capelli rossi sono i donatori di sperma più ricercati

I segnali per riconoscere un uomo con la sindrome di Peter Pan

Fidget Spinner: i ragazzini lo usano (anche) come sex toy

"Cosa vuol dire questo bacio?": 8 tipi di bacio e significato

Ginnastica pelvica femminile: 4 esercizi intimi

Esiste la ginnastica che fa aumentare le dimensioni del pene

Sei vegano? Ecco come fare sesso vegano!

Sesso Tantrico: come prolungare l'orgasmo e il piacere in 4 mosse

I migliori orgasmi? Ecco la mappa di chi "viene" di più (e meglio)

Autoerotismo e masturbazione femminile: i consigli dell'esperta

Mi piaccio, mi voglio un gran bene, so come darmi piacere e quindi, SÌ faccio anche l’amore con me stessa. Finalmente eureka!, anche le ragazze “si toccano” solo che, a differenza degli uomini, non lo ammettono quasi mai!

La masturbazione femminile è ancora uno dei temi più scottanti e misteriosi della sessualità, qualcosa di cui non si parla apertamente perché riguarda l’aspetto più intimo privato e solitario della vita di ognuna.

L’autoerotismo femminile è infatti ancora uno dei grandi tabù da infrangere  perché, nonostante la libertà sessuale di oggi, porta con sé quell’alone di immoralitàvergogna e spesso senso di colpa tipico delle società occidentali.

La masturbazione è un aspetto della sessualità

Eppure, la masturbazione è un aspetto naturale fondamentale della nostra sessualità e quindi, non andrebbe assolutamente trascurato perché, pur essendo una dimensione apparentemente solitaria e privata, ha dei fantastici  risvolti anche nella vita di coppia e relazionale in generale; molti uomini infatti apprezzano la capacità delle donne di cercare ed ottenere piacere, anche da sole.

L’autoerotismo è una attività sessuale che ha moltissimi vantaggi, in primis consente di iniziare davvero a conoscere meglio il proprio corpo, le sue reazioni, e la sua capacità di ricevere piacere in modo naturale e semplice, nonché di abbassare l’ansia legata al rapporto sessuale con il partner.

Perché masturbarsi?

Vediamo dunque perché è importante farlo:

  • Per riuscire a capire profondamente come funzioniamo.
  • Per insegnare al nostro partner come ci piace essere accarezzate.
  • Per rilassarci.
  • Per eccitare ancora di più il nostro partner.
  • Per sentirci sessualmente appagate a prescindere dall’esistenza o meno di un partner.
  • Perché ci amiamo!

Premessa quindi, la fondamentale importanza nella nostra vita sessuale dell’autoerotismo, ed i vantaggi che ne derivano, vediamo ora in che modo trarne il maggior appagamento e piacere.

Innanzitutto è importante scegliere il momento giusto da dedicare al proprio personalissimo orgasmo, possiamo decidere di farlo la sera prima di dormire, nell’intimità della nostra camera, sotto la doccia, o durante un bagno rilassante… l’importante è sentirsi tranquille e serene.

Esistono diverse modalità per raggiungere l’orgasmo, vediamo velocemente le più diffuse:

Masturbazione classica

Accarezzare il clitoride con un dito o più di uno. Contrariamente insomma a quanto credono i maschietti più profani, che immaginano la masturbazione femminile come “autopenetrazione“, il tipo di autoerotismo femminile più classico è la masturbazione clitoridea.

Penetrazione con le dita

Una variante della masturbazione classica è quella delle dita usate per penetrare la vagina. Può servire a dare un brivido in più in alternanza alle carezze.

Senza dita

Alcune donne riescono a raggiungere l’orgasmo anche senza utilizzare le mani: è possibile farlo stando pancia in giù, o in posizioni in cui sia possibile sfregare il monte di venere contro una superficie adatta, e muovendo ritmicamente il bacino.

Penetrazione artificiale

I peni artificiali che si trovano nei sexy shop sono ormai divenuti molto comuni. Quasi tutti vibrano, la vibrazione può essere praticata anche solo sul clitoride, per una perfetta masturbazione clitoridea. Solitamente l’utilizzo di sex toys è una componente divertente nei giochi di coppia.

Come possiamo fare tecnicamente?

  • Stimolando, più o meno direttamente, il clitoride (è il metodo più diffuso per masturbarsi) possiamo scegliere se accarezzarci sopra o sotto le mutandine, dipende dalla sensibilità PERSONALE del proprio clitoride.
  • Si può scegliere di accarezzarsi anche il seno, ci sono donne infatti che per aumentare l’eccitazione amano anche stimolarsi il seno magari immaginando  la presenza del partner.
  • Si può decidere di aiutarsi attraverso l’introduzione di oggetti, meglio scegliere dei sex toys veri e propri in quanto hanno una forma ergonomica ad hoc e sono facilmente lavabili.
  • È importante scegliere la posizione giusta: maggior parte delle ragazze preferisce accarezzarsi in posizione supina, mentre alcune preferiscono stare in piedi o sedute, ma l’importante è trovare la propria posizione che dipenderà soprattutto dalla propria conformazione fisica e quindi assolutamente unica.
  • Vi è un discreto numero di donne che preferisce sfregare i genitali contro un oggetto o materiali morbidi, quindi via libera alla ricerca del proprio cuscino preferito.

Gratificarsi

Vediamo ora qualche piccolo consiglio per vivere  l’autoerotismo in modo estremamente gratificante, a prescindere dal partner, senza sensi di colpa, vergogna o paura di essere scoperte.

  • Non dimenticare, all’inizio, di bagnare le dita, altrimenti puoi provare fastidio o dolore.
  • Utilizza le dita centrali oppure un solo dito, premendo con un gesto circolare per stimolare direttamente il clitoride.
  • Sfiora leggermente ma in modo continuo solo la zona intorno al clitoride.
  • Per arrivare velocemente all’orgasmo stuzzica con l’indice il clitoride con piccoli colpi, picchiettando leggermente e variando ritmo
  • Ricorda che anche le piccole labbra, le grandi labbra e la zona perianale sono estremamente ricche di innervazioni nervose e quindi fonte di eccitazione e piacere se stimolate.

Ricorda che non ci sono regole, non esiste un modo giusto o sbagliato per farlo, ogni ragazza troverà il modo per lei più soddisfacente per vivere al meglio il SUO momento d’amore e piacere, senza vergogna paura o sensi di colpa… Non esiste nulla di più bello che amare se stessi!