Quanto dura un orgasmo? Nel picco del piacere, il tempo può sembrare talvolta dilatarsi e quei secondi ci sembrano minuti ma non lo sono. Sì, un orgasmo dura davvero pochi secondi.

Però c’è una tipologia di climax, chiamata orgasmo espanso, che funziona in maniera molto differente, e presenta diversi benefici. Ma ottenerlo non è esattamente facile.

Orgasmo espanso: cos’è?

Per capire bisogna fare un passo indietro. Avete presente quando siamo stanchi e stanche dopo aver avuto un rapporto sessuale? Magari abbiamo anche sonno e schiacciamo un pisolino subito dopo (ma a volte ci addormentiamo addirittura di schianto). Nelle filosofie filotantriche, questo fenomeno è legato a una perdita di energia, e la perdita di energia è da evitare (tanto che alcune persone che seguono queste teorie, in particolare uomini, si orientano verso la ritenzione dell’orgasmo).

Un articolo su MindBodyGreen spiega che l’orgasmo espanso non è il classico climax con picco e rilascio: chi lo ha avverte una sensazione di benessere prolungato, che può durare anche alcuni giorni, sicuramente alcune ore. Si basa sull’idea che il potere energetico dell’orgasmo si possa incanalare nella propria vita quotidiana, e che questo potere vada sfruttato al meglio, vada trattenuto.

Cos'è l'orgasmo di valle (e quello di monte) e come si raggiunge

I benefici dell’orgasmo espanso

Orgasmo espanso
Fonte: Pexels

La giornalista Kim Anami, nell’articolo sopracitato, spiega in prima persona di averlo sperimentato. Parliamo di un orgasmo di ben 4 ore, ma non significa che si gode per 4 ore, ma che si avverte un forte benessere e una forte energia ore dopo la fine della rapporto sessuale.

E questo vale per quei rapporti (come molti penetrativi), in cui c’è solo un orgasmo, ma anche per altri in cui è assente la penetrazione ma si sperimentano orgasmi multipli. E soprattutto vale per tutti i generi di persone e tutti i loro orientamenti sessuali. Scrive Anami:

Immagina di essere sull’orlo dell’orgasmo per tutta la notte. O per tutto il giorno. Puoi stare a cavallo di questa situazione per tutto il tempo e l’intensità che puoi. Per alcuni può sembrare una tortura (cosa che in effetti avviene in alcuni casi nel Bdsm, ndr) ma, credetemi, è pura euforia. Incanalando consapevolmente la tua energia sessuale nel tuo corpo, quel flusso si diffonde in tutto ciò che fai. Ti senti rivitalizzato, connesso e sintonizzato sui ritmi della vita.

Come raggiungere un orgasmo espanso

Orgasmo espanso
Fonte: Pexels

Qui di seguito i consigli di Anami per raggiungere l’orgasmo espanso:

  • il fenomeno si basa sul far rientrare l’energia dell’orgasmo all’interno del corpo e quindi non disperderla;
  • per ottenere questo tipo di orgasmo, bisogna lavorare sulla respirazione. In alcuni casi ci vengono in aiuto discipline fisico-spirituali come lo yoga: si deve respirare in modo costante e omogeneo, senza mai trattenere il respiro (cosa che alcuni e alcune di noi fanno spesso inconsapevolmente durante il climax);
  • il respiro consente di ridistribuire nel corpo l’energia sessuale e non disperderla.

Naturalmente non si tratta solo di una questione di respirazione. Cioè sì, la respirazione è importante, ma è legata a un fatto di concentrazione: durante un rapporto sessuale, che sia dovuto a un legame nuovo o stabile, o che si tratti di un rapporto occasionale, che siano coinvolti i sentimenti o meno, dobbiamo essere vigili e presenti a noi stessi per ottenere il meglio da quest’esperienza.

Il sesso non è solo e semplicemente una pulsione, un istinto naturale. È anche e soprattutto un’attività ricreativa, che perde di senso quando lo facciamo senza godercelo appieno, senza essere presenti corpo e spirito, senza vivere completamente il nostro corpo e quello del partner o della partner.

Il sesso può essere anche divertente e con l’orgasmo espando diventa una fonte di benessere che resta con noi a lungo, lasciandoci immersi in quel piacere e quell’energia per alcune ore.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!