Perché la posizione della carriola è una delle più ricercate del Kamasutra

Non tutte le coppie possono cimentarsi con la posizione della carriola: ecco come si fa e i consigli sulle coppie che potrebbero farla.

Alcuni di noi l’avranno sentita nominare nel film Rimini Rimini: la posizione della carriola era quella posizione sessuale che il personaggio di Laura Antonelli amava fare con il marito, interpretato da Adriano Pappalardo, ma questi era disperso in mare e quindi lei ripiegava su un altro uomo trovato dai suoi fratelli per tirarla su.

Si tratta di una posizione del Kamasutra molto ricercata in Rete, forse perché meno celebre di altre. Se avete voglia di approfondire, quindi potete proseguire con la lettura.

Posizione della carriola: come si mette in pratica?

Posizione della carriola
Fonte: Pixabay

Ve lo diciamo subito: non è tra le posizioni più semplici. Per poterla fare, conviene che la donna si metta in quadrupedia, mentre l’uomo da dietro le afferra le gambe per penetrarla: una volta con le gambe in su, la donna dovrebbe avvolgere la parte posteriore delle braccia dell’uomo con talloni e polpacci in modo da agganciarvisi.

L’uomo deve inoltre piegare lievemente le ginocchia: il piegamento dipende dalla pendenza con cui riesce ad afferrare la partner durante la penetrazione. Da qui possono cominciare i movimenti che un rapporto sessuale prevede di solito.

Come si può comprendere facilmente, il nome viene dal fatto che la donna assume la “forma” di una carriola.

Sesso in piedi: 5 posizioni del Kamasutra

Posizione della carriola: i vantaggi

I vantaggi della posizione della carriola sono fondamentalmente tre.

  1. Il primo è che può prevedere una grande eccitazione da entrambe le parti: è una posizione difficile e già immaginarla può comportare una crescita della libido sia per l’uomo che per la donna.
  2. Inoltre comporta una penetrazione davvero molto profonda, per cui anche se la posizione è molto scomoda, è possibile raggiungere l’orgasmo in pochi minuti, quindi lo sforzo non dovrebbe essere eccessivo o comunque non troppo prolungato nel tempo.
  3. Infine, dato che la carriola comporta un dispendio non indifferente di energie, consente di bruciare molte più calorie del solito, quindi magari se nel giorno in cui lo fate dopo non avete voglia di andare a correre e simili (se lo fate), la carriola può tranquillamente sostituire una leggera attività fisica.

Le varianti della posizione della carriola

Posizione della carriola
Fonte: Pixabay

Ci sono anche due varianti di questa posizione. La prima è una sorta di “carriola appoggiata”: invece che mettervi a terra in quadrupedia, potete appoggiarvi con braccia e avambracci al letto in modo che il partner vi afferri ugualmente da dietro, ma anche che siate più comode e sicuramente più al morbido.

Per le temerarie maggiormente snodate c’è invece la “carriola in avanti”, che prevede di posizionarsi faccia a faccia con il partner, rivolgendo le proprie braccia all’indietro, più o meno come quando si pratica la posizione del ponte. Questa variante assicura eccitazione e penetrazione come nella posizione originale, ma anche il romanticismo e il desiderio di potersi guardare negli occhi.

Pecorina o doggy style: perché si chiama così e piace alle donne e agli uomini

A chi è indicata (e a chi no)

La carriola è indicata per una serie di persone o meglio ancora di coppie:

  • per chi fa pilates: il pilates permette di allungare i muscoli e di mantenerli elastici, per cui questa posizione dovrebbe essere un gioco da ragazzi, lo stesso per chi fa yoga o discipline affini;
  • per chi vuole sperimentare qualcosa di nuovo: ci sono coppie che vogliono sperimentare nuove posizione e quindi questa potrebbe essere un’opzione, sempre che si sia abbastanza in forma da riuscirci;
  • per chi vuole raggiungere una penetrazione ottimale: abbiamo già accennato prima come questa posizione consenta una penetrazione molto profonda.

Al contrario, la carriola non è chiaramente per tutti e quindi la sconsigliamo:

  • a chi è fuori forma o a chi non fa un po’ di riscaldamento prima: lo sappiamo, non è il massimo della sensualità, ma è ciò che richiede un simile sforzo fisico;
  • a chi ha nutre delle fobie relative alla sicurezza: in altre parole chi ha paura di scivolare e farsi male, può optare per una posizione maggiormente confortevole;
  • alle donne che non amano la penetrazione profonda: ci sono donne che per ragioni fisiche o psicologiche potrebbero non gradire questa posizione, per cui è meglio desistere.

Articolo originale pubblicato il Gennaio 16, 2021

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!