diredonna network
logo
Stai leggendo: Arriva il Coregasm: la Ginnastica che Provoca l’Orgasmo Femminile

6 cose che potrebbero farti impazzire a letto, ma di cui (forse) hai paura

“Un Contatto Diretto con Satana” L’assurda Accusa alla Masturbazione Femminile

Emma Watson Rivela la Sua Passione per il Sesso e per la Ricerca dell'Orgasmo Perfetto...

Periodo Refrattario, la Pausa Non Voluta tra un Rapporto Sessuale e l'Altro

Eiaculazione femminile, Realtà o Mito da Sfatare?

Petting, dalle Coccole ai preliminari: perché fa bene alla coppia?

8 Cose che Forse non Sappiamo sull'Orgasmo Femminile (e che dovremmo sapere!)

Sesso Tantrico: il Prolungamento del Piacere Sessuale in 4 Mosse

100 Orgasmi Per Tutta La Vita: La Rara Patologia di un Trentenne

Autoerotismo: Ecco Ottimi Motivi Per farlo Diventare Una Buona Abitudine

Arriva il Coregasm: la Ginnastica che Provoca l'Orgasmo Femminile

La nuova frontiera del piacere femminile, non necessita di uomini, migliora la salute e porta ad un corpo allenato e più sodo. Avete mai sentito parlare del Coregasm? Io ho già la sacca della palestra pronta!
fonte: web
fonte: web

Mantenersi in forma tra un’orgasmo e l’altro? Arriva la nuova frontiera del piacere, dove esercizio fisico e libido si fondono in una nuova dimensione: il Coregasm.

L’OEI (l’orgasmo indotto dall’esercitazione) o l’EISP ( piacere sessuale indotto dall’esercizio) è una tecnica già riconosciuta dalla letteratura da più di sessant’anni. Nel 1953, il biologo e sessuologo statunitense Alfred Kinsey scriveva, in riguardo al comportamento sessuale delle donne, di come il 5% delle esaminate affermava di provare piacere durante l’esercizio fisico piuttosto che nell’atto sessuale.

I meccanismi di come ciò possa accadere sono ancora in parte incompresi, ma nel 2011 i ricercatori dell‘Università dell’Indiana hanno eseguito un esperimento online su un campione di 350 donne, il 35% di queste, segnala di aver raggiunto l’orgasmo proprio durante l’allenamento, mentre il restante 65% ha comunque dichiarato di aver provato piacere sessuale praticando sport come il ciclismo, l’arrampicata su corda, lo yoga, il sollevamento pesi e la corsa.

A giugno di quest’anno è arrivato nelle librerie Coregasm Workout Manual, un vero e proprio manuale sulla tecnica del Coregasm. L‘autrice Debby Herbenickel , spiega come un sapiente mix di training che unisce 4 differenti sport, permette di raggiungere apici di piacere mai provati prima. Il termine Coregasm deriva dall’uninone tra le parole “core” addome e “orgasm” orgasmo, infatti sarebbero proprio le sollecitazioni del muscoli pelvici che, sollecitati nella giusta maniera, porterebbero la donna ad una serie di esercizi muscolari e respiratori tale da raggiungere l’orgasmo. Negli Usa questa tecnica sta iniziando ad essere molto apprezzata, tanto che le teorie della Herbenick sono state d’ispirazione per la nascita di veri e proprio corsi di Coregasm.

Ma vediamo più nel dettaglio di cosa stiamo parlando. Il Coregasm è legato ad una contrazione dei muscoli addominali inferiori, non necessariamente avviene in corrispondenza di pensieri sessuali. Molte donne affermano che il coregasm si verifica quando i muscoli addominali sono già affaticati dall’esercizio fisico, in individui particolarmente allenati, avviene semplicemente stringendo la parte bassa degli addominali. Il segreto sembra stare nel possedere forti muscoli nel pavimento pelvico che, insieme agli addominali attaccati al bacino provano questa sensazione idilliaca, proprio il bacino sarebbe il luogo dove tutta la magia prende vita. Si specifica che la sensazione provocata dal coregasm è sicuramente diversa da quella scaturita dalla sollecitazione clitoridea, il coregasm porta più a quello definito come “orgasmo espanso”, il termine coniato da Patricia Taylor nel 1995, è alla base del suo libro Expanded Orgasm, basato sulla sua ricerca di dottorato in riferimento alle esperienze sessuali.

Questo tipo di orgasmo si raggiunge tramite la contrazione dell’addome e può essere esteso ad altre parti del corpo. La Taylor descrive donne che raggiungere la massima soglia del piacere in stati alterati di coscienza, vivendo addirittura esperienze spirituali in cui avviene il rilascio emozionale. Un altro vantaggio del coregasm sembra essere la lunga durata, alcune esperienze segnalano possa durare ore. Sempre nel libro della Taylor, scopriamo di come oltre all’infinita fonte del piacere, il coregasm sia anche molto utile per il nostro corpo in quanto ha forti benefici sulla colonna vertebrale e sulla postura, inoltre sopratutto dopo il parto, aiuta a tonificare i muscoli del pavimento pelvico sostenendo la vescica e l’utero.

L’esercizio stimola le sostanze chimiche del cervello come la serotonina che insieme al rilascio di endorfine conducono ad uno stato di eccitazione, l’attività fisica dilata i vasi sanguigni che creano le condizioni fisiche ottimali per l’orgasmo. Anche se questo non viene raggiunto durante la sessione sportiva provoca in ugual modo un netto miglioramento degli orgasmi da penetrazione durante l’atto sessuale così da poter ottenere numerosi vantaggi in ogni modo si pratichi.

Gli unici effetti collaterali al momento sembrano essere quelli di una forma fisica perfetta portata dal sano allenamento, voi cosa ne pensate? Non vi è venuta voglia di fare un salto in palestra? La mia sacca è già pronta!