Il sesso veloce viene definito gergalmente (e in modo un po’ scurrile) “sveltina”. Tuttavia questo tipo di rapporti sessuali, lungi dall’interessare solo incontri “clandestini” oppure occasionali, può riguardare anche le coppie collaudate o in via di definizione del rapporto. Perché con il sesso non c’è necessariamente una linea di demarcazione, non c’è il bianco e il vero e tutto ciò che riguarda un tipo di relazione può riguardare anche tutte le altre: ogni coppia scrive da sé le proprie regole oppure le proprie non-regole, in altre parole.

In ogni caso, anche questa pratica erotica presenta dei piccoli punti oscuri, o meglio delle criticità, che possono rivelarsi sia sul piano fisico – che poi è quello più immediato – sia sul piano emotivo, cosa che riguarda le coppie e non i partner occasionali. Quindi è necessario fermarsi su alcune caratteristiche di questo tipo di rapporti sessuali, e naturalmente approfondire.

I pro del sesso veloce

Sesso veloce
Fonte: iStock

Il sesso veloce si configura come ottimale quando si ha poco tempo oppure si è travolti naturalmente dalla passione. Per cui esistono alcuni benefici della pratica come:

  • non rinunciare all’intimità quotidiana. “La vita scappa via in fretta, se uno non si ferma e non si guarda intorno rischia di sprecarla” dice Ferris Bueller, il personaggio tratteggiato dal cinema di John Hughes. Siamo fagocitati dalla quotidianità: lavoro, casa, famiglia, amici, relazioni di ogni genere. Ma se volessimo prestare attenzione a una delle relazioni che non vorremmo trascurare? Oppure, se non siamo in coppia, se non volessimo rinunciare a un piacere che non sia solitario? Il sesso veloce consente di non rinunciare del tutto ai rapporti sessuali, anche se si ha da fare nel corso della giornata;
  • non sprecare convenevoli nel caso dei rapporti occasionali. A volte i rapporti occasionali sono un’esplosione di sensualità. Ci si incontra, si parla un po’ e poi la voglia arriva. Il sesso veloce consente di non perdere altro tempo, succeda quel che succeda dopo, e cioè che non ci sia un seguito o che ci si continui a vedere in qualche modo (come amici, come conoscenti, come friend with benefits o magari come coppia);
  • la possibilità di concentrarsi sul proprio piacere (con determinate posizioni e sesso non penetrativo). Partiamo dal fatto che non solo non esiste solo il sesso penetrativo, ma aggiungiamoci che questo non piace proprio a tutti. Il sesso veloce si può quindi concentrare su rapporti, per esempio come il sesso orale, che non obbligano alla penetrazione, e che alcuni considererebbero solo in termini di preliminari. Ma non è così: quando il sesso orale diventa sesso veloce a tutti gli effetti, una delle due parti in causa prova piacere a turno e questo può risultare interessante.
Astinenza sessuale: chi la subisce, chi la desidera e chi se la guadagna

Le controindicazioni al sesso veloce

Analogamente ai benefici, ci sono dei contro al sesso veloce. E non sono di poco conto. Parliamo del fatto che:

  • non sempre c’è tempo per il piacere quando il sesso è penetrativo. C’è chi ha bisogno di lunghi preliminari, di una certa attenzione e questo significa che non tutte le persone possono trovare questa pratica sessuale quanto meno gradevole;
  • se si esagera si relega il rapporto alla fretta. Il sesso veloce può essere gradevole di tanto in tanto, ma se diventa l’unica forma di rapporto sessuale non va bene. È come se smettessimo di prenderci cura di noi: usando un’iperbole, come se smettessimo di passarci il filo interdentale o fare la skincare la sera (per chi si trucca).

Sesso veloce: 4 consigli per viverlo al meglio

Sesso veloce
Fonte: iStock

1. Non dimenticate i preservativi

Per quanto un rapporto sessuale veloce possa essere spontaneo ed estemporaneo, non dovete dimenticare mai i preservativi o qualunque altro tipo di anticoncezionale o di barriera dalle malattie sessualmente trasmissibili. Parliamo genericamente del profilattico proprio perché ha questa doppia funzione, ma naturalmente il consiglio è al tempo stesso di tutelarvi sempre dalle infezioni a trasmissione sessuale (dall’epatite all’Hiv) e da eventuali gravidanze indesiderate.

Continenza sessuale, cos'è e perché nel sesso (neo) tantrico è energia sacra

2. Non esagerate (soprattutto in una relazione)

Se parliamo di rapporti occasionali, avere più rapporti veloci nella stessa settimana può essere ok, ma forse all’interno di una relazione, soprattutto se collaudata, il tutto può trasformarsi in routine e rischiare di influire negativamente nel rapporto di coppia.

3. Prendetevi il meglio della situazione

Può accadere di non raggiungere l’orgasmo. Un rapporto veloce non è garanzia di piacere. E allora, se volete vivere quest’esperienza, cercate di prendere solo la parte migliore di tutto ciò che vi accade durante. E magari fatene tesoro per il futuro. L’orgasmo, una tantum, può anche non arrivare quando si è in coppia (per esempio quando si è fortemente stressati), ma alla lunga può logorare. Se invece parliamo di rapporti occasionali, la ricerca del piacere è proprio fondamentale.

4. Niente doccia insieme

Un rapporto breve non può consumarsi sotto la doccia, anche se vi sembra una buona idea. Per avere un rapporto soddisfacente, abbiamo bisogno della lubrificazione naturale dei nostri fluidi corporei, o artificiale con un buon lubrificante ad acqua, e sotto la doccia tutto viene lavato via e si rischia di avere un rapporto doloroso.

Articolo originale pubblicato il Agosto 29, 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!